Baby Rhino… ceronte e l’arte di rompere… il placcaggio

Ellis Genge ha doti innate che gli permettono di scardinare la tecnica del placcaggio avversaria e a noi di capirne le ragioni.

Lo chiamano Baby Rhino e guardando questo filmato qui sotto si capisce perchè!

Ne parlavamo ieri sera con Andrea, Constant, Massimiliano e Tullio, il gruppo di allenatori, oltre a me, dei Castori e degli altri gruppi ticinesi di minirugby (Caimani del Brencia-Morbio Inferiore e Draghi dei Castelli-Bellinzona)  durante la nostra riunione mensile di pianificazione.

L’obiettivo di Ottobre 2017 oltre … all’affinamento di Handling e Passaggio vedrà il primo approccio al placcaggio. Guardando il gesto tecnico di Ellis, privo ovviamente di paura nell’andare a contatto, si apprezzano l’esplosività del movimento di spinta dal basso verso l’alto, l’uso del braccio perfetto (perchè è sempre accompagnato) e il controtempo sul placcaggio avversario.

Quando l’avversario arriva alto per placcare (mentre dovrebbe andare basso sulle gambe di Ellis), ecco che la spinta del Baby Rhino lo squilibra mentre il braccio lo alza e lo ribalta o lo spinge indietro.

Se invece egli cerca di infilarsi sulle gambe per placcarlo, Ellis usa il suo baricentro basso per spostarsi leggermente indietro e in gergo “rompere il placcaggio,” ovvero, incassare l’avversario sotto la propria pancia e respingendolo indietro o schiacciandolo a terra con un gran colpo di reni.

E’ splendido!! perchè lo fa con giocatori abili nel placcaggio che non riescono a contrastare la sua mobilità e spinta prodigiose.

Baby Rhino, in questo video dimostra di essere un incubo per i placcatori e paradossalmente spiega l’arte del placcaggio che è, in forma classica, opposto e contrario.

Un gesto tecnico portato in movimento avanzante (o in direzione comunque di contrasto rispetto alla corsa del portatore di palla), alle gambe, dal basso verso l’alto sotto la linea del bacino (a contatto di spalla per squilibrare), chiudendo le braccia per portare a terra l’avversario.

Ellis ha tempi di esecuzione rapidissimi e una tale esplosività che annienta il gesto del placcaggio e gli permette di anticipare il placcatore scardinando le sue intenzioni….

Doti di furore agonistico innato… ma anche qualcosa che può essere lì pronto a scattare in ogni ragazzo futuro rugbista…. sapremo mai liberare questo potenziale quando presente?

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-

Autore: Tiziano Galli

Ex - Giocatore di Rugby. Nel 2008 è co-fondatore del Rugby Club Castori Lugano. Dal 2010 al 2015 cura il settore giovanile del Rugby Lugano - LNA dove ricopre il ruolo di Dirigente/Vicepresidente. Presidente in carica dell'Associazione Rugby Svizzera Italiana. Nel 2015 fonda un centro RugbyTots per il Ticino (www.rugbytots.ch) con cui intraprende un programma di sviluppo del Rugby nei vari distretti Ticinesi. Dal Feb 2015 circa 500 bimbi e bimbe dai 2 ai 7 anni vengono coinvolti in corsi di motricità con la palla ovale. Con il Progetto Tutti Neri Ticino (vincitore Sanitas Challenge 2016-fase regionale) e l'Associazione omonima si è creata una piattaforma per lo sviluppo del Minirugby in Ticino di cui il blog minirugbyinticino è il mezzo comunicativo principale. Se sei un portatore sano di filosofia sportiva in età infantile e giovanile e vuoi sostenere le nostre iniziative chiama lo 0797926579 (Tiziano) o scrivi a tuttineriticino@gmail.com ci aiuterai a far crescere una disciplina sportiva che merita di essere valorizzata e sviluppata in Ticino!!

Rispondi