In TNT le regole le fanno i bambini! non gli allenatori…

REGOLE

La vita è l’unico gioco in cui lo scopo del gioco è di impararne le regole.
(Ashleigh Brilliant)

Non si vive bene e con soddisfazione se non si rispettano buone regole di convivenza… tutti noi funzioniamo così. I bambini funzionano, a maggior ragione, così.

Le regole sono fondamentali nello sport. Non si può giocare senza regole e non si può vincere, davvero, se non si rispettano le regole.

Una delle spiegazioni frequenti, nelle interviste e commenti di fine partita, per una sconfitta o una vittoria, nel rugby, anche ai massimi livelli internazionali, è la seguente.

ABBIAMO PERSO PERCHÈ C’È STATA TROPPA INDISCIPLINA. IN CAMPO

ABBIAMO VINTO GRAZIE AD UNA DISCIPLINA SUPERIORE…

Nel rugby le conseguenze dell’indisciplina hanno risvolti devastanti sul punteggio. Perchè si gioca in spazi ampi, in tanti (15 Vs 15) che vuol dire 30 persone e tutti insieme, stretti dietro una palla, si gioca veloci e si pressa, dall’una e dall’altra parte da maledetti.

Inoltre, nel rugby, si gioca fino al fischio finale che può essere anche oltre il tempo regolamentare. Quante le mete o i calci all’ultimo secondo!! Quindi la disciplina va tenuta sempre, insieme alla concentrazione. Chi sbaglia paga, la squadra che ha disciplina non fa falli, e produce gioco efficace.

La disciplina e la concentrazione, così importanti in un contesto agonistico sono, a maggior ragione, importanti nella vita quotidiana, a scuola, e in un club sportivo per bambini come è TNT che dall’allenamento deve/vuole portare, attraverso disciplina e buone regole, i ragazzi a costruire un gioco vincente e soddisfacente.

LE REGOLE NASCONO DAI BAMBINI E NON DAGLI ALLENATORI

Partendo da questo presupposto e dalla necessitä di far emergere l’importanza delle regole nello sport e nella vita, abbiamo stabilito, insieme alla nostra amica-consulente  Simona Ghisletta di TNV la necessità di intraprendere un percorso “virtuoso” in questo ambito, chiedendo proprio ai bambini, attraverso il pretesto di un gioco di gruppo,  se, secondo loro, era meglio rispettare le regole o meno durante gli esercizi e l’allenamento.

La loro risposta è stata che “le regole servono” e quindi, procedendo nella piccola discussione di gruppo si sono individuate quali fossero, per loro, 3 regole principali da rispettare.

Abbiamo, di fatto, cominciato la compilazione di un “libro delle regole” – qui sotto ne vedete il primo semplice risultato – che diventerà un riferimento dinamico. In futuro lavoreremo ancora su questo aspetto importante; potranno allora essere discusse e proposte nuove regole e uscirne di vecchie.

IL LIBRO DELLE REGOLE

Nasce dagli atleti ed è un codice “definito, accettato e condiviso dai bambini stessi”

Mi sembra un buon esempio di quello che TNT vuole “produrre”; sport, educazione e divertimento.

Non siete d’accordo?

IL LIBRO DELLE RREGOLE - TNT

 

 

 

 

 

Autore: Tiziano Galli

Ex - Giocatore di Rugby. Nel 2008 è co-fondatore del Rugby Club Castori Lugano. Dal 2010 al 2015 cura il settore giovanile del Rugby Lugano - LNA dove ricopre il ruolo di Dirigente/Vicepresidente. Presidente in carica dell'Associazione Rugby Svizzera Italiana. Nel 2015 fonda un centro RugbyTots per il Ticino (www.rugbytots.ch) con cui intraprende un programma di sviluppo del Rugby nei vari distretti Ticinesi. Dal Feb 2015 circa 500 bimbi e bimbe dai 2 ai 7 anni vengono coinvolti in corsi di motricità con la palla ovale. Con il Progetto Tutti Neri Ticino (vincitore Sanitas Challenge 2016-fase regionale) e l'Associazione omonima si è creata una piattaforma per lo sviluppo del Minirugby in Ticino di cui il blog minirugbyinticino è il mezzo comunicativo principale. Se sei un portatore sano di filosofia sportiva in età infantile e giovanile e vuoi sostenere le nostre iniziative chiama lo 0797926579 (Tiziano) o scrivi a tuttineriticino@gmail.com ci aiuterai a far crescere una disciplina sportiva che merita di essere valorizzata e sviluppata in Ticino!!

Rispondi