Di chi è la palla?….

Senza titolo

L’aspetto mentale nello sport di alto livello fa la differenza, ma in quello non competitivo o di un normale allenamento… ? quanto conta, questo, nella costruzione identitaria di un bambino di 6-8anni?

Non parlo del furore agonistico quindi, ma della semplice soddisfazione e autostima….

Un atleta di alto livello ha esplorato, superato e affinato i suoi limiti diverse volte. Li mette continuamente a rischio e Leggi tutto “Di chi è la palla?….”

Il Potere del SI – Il Potere del No

Come introdurre la dimensione mentale dello sport nei bambini? Ve lo spiego attraverso un gioco interessante da sperimentare…

Cominciamo, oggi, un discorso che a me interessa tantissimo. Un punto centrale nella vita di tutti i giorni e un aspetto fondamentale di una prestazione sportiva.

Di cosa si tratta?

Esiste un gioco che descrivo brevemente, banale forse, ma molto potente.

I ragazzi a coppie, uno di fronte all’altro, si guardano negli occhi e si dicono/urlano in faccia per 30 secondi SI!, oppure NO!. Poi si scambiano i ruoli per altri 30 secondi.

Cominciamo, in definitiva, a far toccare con mano ai bambini…. Leggi tutto “Il Potere del SI – Il Potere del No”

Lez 6: Il passaggio

Nel rugby, passare la palla all’indietro con le mani è davvero l’unica cosa giusta da fare?

La regola più RIDONDANTE  del Rugby e insieme, la più INGANNEVOLE è che:

Il PASSAGGIO DELLA PALLA OVALE con le mani, nel gioco del Rugby è fatto ALL‘INDIETRO.

La ridondanza con cui il passaggio all’indietro va applicato e ricordato nell’insegnare il rugby è incessante. Tutto quello che si fa durante il gioco, con la palla in mano, dipende da questa piccola/grande regola che condiziona tutto il movimento.

Possiamo riconoscere un andamento  Leggi tutto “Lez 6: Il passaggio”