TNT con ARSI a Slow up Ticino per accelerare…

La manifestazione del Sopraceneri è un ottima vetrina per TNT e il suo progetto di Minirugby in Ticino.

Le 4 foto che vedete sono state scelte per allestire un Flyer che distribuiremo nel corso di Slow up Ticino il prossimo 22 Aprile. Una manifestazione “senza auto” che si terrà fra Bellinzona e Locarno e che ci vedrà partecipare come Associazione Rugby Svizzera Italiana e insieme al Ticino Rugby.

Esse rappresentano in maniera semplice la gioia e i valori alla base del nostro sport. Non siamo ancora in grado di fare una vera campagna di comunicazione tuttavia, guardandole attentamente emergono tante sfumature e, soprattutto passa l’atmosfera di una giornata, quella del torneo vissuta con gioia e soddisfazione.

SLOW UP significa,… Leggi tutto “TNT con ARSI a Slow up Ticino per accelerare…”

Lez 15: Area dei 22 metri

Che significato ha l’Area dei 22 nel gioco giocato?

In un campo da Rugby, subito dopo quella di meta, per importanza viene proprio “l’Area dei 22 metri”. Essa è delimitata dalle linee laterali di touch, dalla linea di meta (che tuttavia fa parte dell’area di meta) e dalla linea, appunto, dei 22 metri.

area_dei_22

Cominciamo con il dire che PSICOLOGICAMENTE “entrare nei 22 metri” avversari significa … Leggi tutto “Lez 15: Area dei 22 metri”

Lez 9: Placcaggio 3 – Gioco

Come si sviluppa e si trasforma il gioco attorno al placcaggio e cosa è un punto d’incontro?

ande

Abbiamo visto finora come si esegue il “placcaggio perfetto” e quali sono le regole per non incorrere nelle ire arbitrali durante l’esecuzione del placcaggio (rotolare via e lasciare la palla).

Tuttavia, poichè il gioco attorno al placcato e placcatore è continuo, possiamo immaginarci quanti giocatori, nelle loro vicinanze, vogliano impossessarsi “violentemente” del pallone per proseguire l’azione e andare a meta. L’area del placcaggio, in questo modo, è ad altissimo rischio di trasformazione in un “PUNTO D’INCONTRO e in particolare di UN RUCK (vedi lez 10). Il gioco in quest’area è concitato e pieno di confusione…

Quindi nel punto di placcaggio possono succedere principalmente 3 cose: Leggi tutto “Lez 9: Placcaggio 3 – Gioco”

Lez 4: La Meta

Come nel calcio abbiamo il GOAL!, nel Basket il CANESTRO, nel football il TOUCH DOWN, così nel rugby abbiamo la META! Il gesto è molto semplice, “devo toccare con la palla il terreno oltre la linea di meta avversaria per far ottenere 5 punti alla mia squadra”.

Semplice no? a parte, come avete visto nel video, tutti gli avversari da superare che complicano un po’ la questione

poi esistono comunque alcune eccezioni:

A) NON È META SE
– mi scappa la palla e cade per terra nell’area di meta senza che io la abbia appoggiata con la mano o attaccata ad una parte del mio corpo
– mi butto in area di meta con il pallone ma un mio avversario mi impedisce di toccare il terreno con la palla
– attraverso l’area di meta ma appoggio a terra la palla sulla linea oppure oltre la linea di pallone morto o della linea laterale dell’area di meta

B) È META SE
– Tocco a terra con il pallone SULLA LINEA di meta
– Toccare le coperture dei pali con la palla
– Entrare in area di meta con la mischia e toccare a terra con il pallone
– Esistono le mete tecniche (META DI PUNIZIONE) decretate dall’arbitro.

meta

E se invece della squadra in attacco è la squadra che difende a toccare a terra con la palla nella sua area di meta? si ANNULLA LA META ma questa regola è un po’ speciale e la vedremo con un’altra carta.

SEGNALI ARBITRALI:

meta-e-meta-di-punizione

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-