Lez 11: Il Maul

Il Maul e il Ruck per cosa si differenziano? scopriamolo in questo articolo

Annunci

DEFINIZIONI
Un maul inizia quando un giocatore, portatore del pallone, è trattenuto da uno
o più avversari con uno o più suoi compagni di squadra legati a lui. Pertanto,
quando inizia, un maul consiste in un minimo di tre giocatori, tutti sui loro piedi; il
portatore del pallone più un giocatore per ogni squadra. Tutti i giocatori coinvolti
devono essere inglobati o legati al maul e devono essere sui propri piedi e
muoversi verso una linea di meta. Il gioco aperto si è concluso

Anche in questo caso cominciamo con la definizione ed ecco la carta esplicativa:

Prima di tutto…qual’è la distinzione fra un Maul e un Ruck?

Semplicissimo! Nel Ruck il pallone è A TERRA e i giocatori sono sopra di esso e sui loro piedi. Nel Maul il pallone è IN MANO AI GIOCATORI che possono muoversi con esso ma è STACCATO DA TERRA. Se il Maul si ferma per troppo tempo (es 5 secondi) il gioco riprende con una mischia per chi difende.

Questo video di Marco Paolini spiega molto bene le basi della Maul.

La linea che passa per i piedi dell’ultimo giocatore in Maul è quella di Fuorigioco.

MAUL SPONTANEA: La Maul del video è quella che definiamo “Maul Spontanea” cioè quella che si genera in mezzo al campo per l’incontro di giocatori che rimangono in piedi, con la palla in mano, a cui si aggiungono altri compagni e avversari per far avanzare la palla o per contrastarne l’avanzamento.

Esiste una Maul programmata? … sì

Accade nella rimessa laterale (touch), quando il saltatore che conquista il pallone ritorna a terra. A questo punto la sua squadra può decidere, invece di aprire il gioco sui trequarti, di formare una maul e spingersi in avanti… formando quella che si chiama la “CASSAFORTE” (ovvero la chiusura del pallone da parte degli uomini attorno al portatore e la costituzione del “TRENINO” con i giocatori in fila dietro al portatore che spingono verso la linea di meta avversaria.

Questo prossimo video commentato in italiano ci fa vedere molto bene quello che abbiamo appena descritto, anche se il commentatore chiama il trenino (termine più moderno) “bus” e “carrettino”

Un ultimo commento, rispetto al passato è vietato attaccarsi al MAUL  per farla cadere e fermare l’avanzamento. E’ un fallo da calcio di punizione, anche per via della pericolosità di trovarsi addosso svariate centinaia di chili di gente in movimento.

Se vedete qualche matto che lo fa e l’arbitro che fischia e da calcio di punizione avete capito perchè!!


This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-

Autore: Tiziano Galli

Ex - Giocatore di Rugby nel Monza Rugby A. Chiolo 1934 Nel 2008 è co-fondatore del Rugby Club Castori Lugano. Dal 2010 al 2015 cura il settore giovanile del Rugby Lugano - LNA dove ricopre il ruolo di Dirigente/Vicepresidente. Presidente dal 2014 al 2020 dell'Associazione Rugby Svizzera Italiana. Nel 2015 fonda il primo centro RugbyTots Svizzero (www.rugbytots.ch) con cui intraprende un programma di sviluppo del Rugby nei vari distretti Ticinesi. Dal Feb 2015 circa 150 bimbi e bimbe dai 2 ai 7 anni vengono coinvolti ogni anno in corsi di motricità con la palla ovale. Con il Progetto Tutti Neri Ticino (vincitore Sanitas Challenge 2016-fase regionale) e la creazione dell'Associazione/Club TNT si crea una piattaforma per lo sviluppo del Minirugby in Ticino di cui gli strumenti di comunicazione sono il blog minirugbyinticino e le pagine Facebook Rugbytots Ticino e Tutti Neri Ticino. A Marzo 2020, in periodo di Pandemia nasce il Gruppo Facebook RUGBYTOTS TICINO FRIENDS, un Progetto Social volto allo sviluppo di una community interessata e coinvolta nel modello che a partire dalla motricità di maschi e femmine 2-5aa, porta alla scelta di una disciplina sportiva. Sosteni le nostre iniziative e sponsorizza TNT ! Chiama per Informazioni il numero +41 79 7926579 (Tiziano) o scrivi a tuttineriticino@gmail.com

Rispondi